METROPOLITAN OPERA – STAGIONE 2019 – 2020

 SABATO 9 NOVEMBRE – ore 18.55

MADAME BUTTERFLY

Giacomo PUCCINI

MADAME BUTTERFLY

Regia : Anthony Minghella

una delle storie di amore e sangue più amate nella storia dell’Opera

Durata : 3h12min

Prima rappresentazione: Milano, Teatro alla Scala, 17 febbraio 1904

 

Personaggi

 Madama Butterfly [Cio-cio-san], HUI HE

giovane geisha giapponese (soprano)

 

Suzuky, Elizabeth DeShong

servente di Cio-cio-san (mezzosoprano)

 Pinkerton, Andrea Carè

tenente della marina degli Stati Uniti, sposo di Butterfly (tenore)

 Sharpless Plácido Domingo

console statunitense a Nagasaky (baritono)

 

LA TRAMA

Sbarcato a Nagasaki, all’inizio del XX secolo, Pinkerton, ufficiale della marina degli Stati Uniti, per vanità e spirito d’avventura si unisce in matrimonio, secondo le usanze locali, con una geisha quindicenne di nome Cio Cio-San, termine giapponese che significa Madama (San) Farfalla, in inglese Butterfly , acquisendo così il diritto di ripudiare la moglie anche dopo un mese; così infatti avviene, e Pinkerton ritorna in patria abbandonando la giovanissima sposa.
Ma questa, forte di un amore ardente e tenace, pur struggendosi nella lunga attesa accanto al bimbo nato da quelle nozze, continua a ripetere a tutti la sua incrollabile fiducia nel ritorno dell’amato.
Pinkerton infatti ritorna dopo tre anni, ma non da solo: accompagnato da una giovane donna, da lui sposata regolarmente negli Stati Uniti, è venuto a prendersi il bambino, della cui esistenza è stato messo al corrente dal console Sharpless , per portarlo con sé in patria ed educarlo secondo gli usi occidentali.
Soltanto di fronte all’evidenza dei fatti Butterfly comprende: la sua grande illusione, la felicità sognata accanto all’uomo amato, è svanita del tutto.
Decide quindi di scomparire dalla scena del mondo, in silenzio, senza clamore; dopo aver bendato il figlio, dietro un paravento, nella struggente e drammatica scena finale, Cio – Cio-San si colpisce al collo con un coltello pervenutole in eredità dal padre e con il quale lo stesso aveva commesso seppuku.
Pinkerton si precipita nella stanza e trova Butterfly ormai morta, mentre il bambino, bendato, gioca con una bambola e una bandierina americana, ignaro di tutto.